home                 chi sono                  consulenze                   dove sono                 contatti
progetti & locandine                         video                         avvertenze                         copyright ©

Ragazzi & Naturopatia

            Pubertà-Adolescenza & Naturopatia

            Cosa può indicare il Naturopata ai ragazzi

            Breve schema indicativo per i principali disturbi della pubertà

            Ragazzi & Alimentazione

            Ragazzi & Sport

            Attività sportiva e pedagogia Steineriana

            Ragazzi & fiori di Bach

            Avvertenze sull'utilizzo dei trattamenti naturali







Seguimi su       per molti altri argomenti





Pubertà-Adolescenza & Naturopatia


Non si può più parlare di bambini ma di ragazzi, corpo e mente in rapida crescita. Si sta avvicinando il periodo delladolescenza con tutti i cambiamenti che questo comporta; gran parte delle forze dell'organismo sono impegnate nel processo di crescita e di maturazione sessuale, in altre parole...please DO NOT DISTURB!!!

Anche la personalità subisce dei cambiamenti che portano il ragazzo a contrapporsi all’ambiente circostante con atteggiamenti di instabilità e nervosismo, anche in questo comportamento c’è un forte dispendio di energie nervose che possono spossare il ragazzo in questa fase di crescita.

Le ragazze, verso gli 11-12 anni, crescendo velocemente in altezza, si stancano facilmente, hanno bisogno di maggiore riposo, per un recupero totale e completo, a volte compare anemia e debolezza, che segna questo periodo di transizione, in attesa delle prime mestruazioni che porteranno ad un nuovo e stabile equilibrio (almeno fisico!).

I ragazzi invece in questa fase sono pieni di vitalità, e cercano di liberarsi di questa energia in eccesso con la fisicità dei movimenti e con atteggiamenti contrastanti, questa energia è bene che venga incanalata verso interessi ed occupazioni costruttive per il ragazzo, per non rischiare di trovarne sfogo in divertimenti sfrenati e/o in bravate.

Lenergia e la forza di questo periodo della vita, se ben indirizzata, può portare a grandi progressi e soddisfazioni personali del ragazzo, nello studio e nelle sue attività preferite, dove si potranno raggiungere degli ottimi risultati, questo sarà il momento per il bambino, ormai ragazzo, di mettere a fuoco le sue vere passioni e qualità, uscendone rafforzato nella personalità.


torna su




Cosa può indicare il Naturopata ai ragazzi


Il naturopata può essere molto d'aiuto in questa fase di sviluppo psico- fisico, sia per sostenere, attraverso i metodi naturali, le necessità dell'organismo in pieno sviluppo; sia per supportare i genitori e i pre-adolescenti, negli stati d'animo altalenanti che caratterizzano i comportamenti dei ragazzi in questa fase della vita, attraverso i fiori di Bach e suggerimenti pratici.

Il naturopata aiuterà i ragazzi in questa fase di crescita, attraverso una sana alimentazione naturale, o se necessario, anche con l’aiuto di metodi di trattamento naturali (fitoterapia, nutrizione ortomolecolare, omeopatia, oligoelementi) per tenere sotto controllo i principali disturbi che si presentano a questa età (e che per loro possono essere più gravi della fine del mondo...e motivo di crisi profonda!!!), come: il formarsi dellacne, la sudorazione eccessiva, i segni di una pubertà precoce, la fragilità di unghie e capelli, la seborrea del cuoio capelluto, i disturbi dati dal ciclo mestruale; o per aiutare i processi di guarigione per traumi e ferite, sostenere laffaticamento muscolare dato da iper-attività, sostenere la stanchezza mentale per affrontare al meglio lo studio; per i più sensibili, per la sfera emotiva e per i grandi cambiamenti che il periodo implica, si potrà avere un valido sostegno dai fiori di Bach.

contattami per info o per una consulenza naturopatica


torna su




Breve schema indicativo per i principali disturbi della pubertà

TRATTAMENTI NATURALI PER I PRINCIPALI DISTURBI DELLA PUBERTA’

DISTURBI

RIMEDI OMEOPATICI

FIORI DI BACH

VITAMINE MINERALI

FITOTE-RAPICI OLIGO-ELEMENTI

ACNE

SELENIUM KALIUM BROMATUM EUGENIA JAMBOSA
per le ragazze
PULSATILLA/SEPIA
per i ragazzi
SULFUR CALCAREA PHOSPORICA

CRAB APPLE

PROBIOTICI VITA ZINCO SELENIO VIT C ZOLFO

JUGLANS REGIA MG
PLATANUS ORIENTALIS
MN/CU
uso topico CALENDULA TM TEA TREE OIL

SUDORAZIONE
ECCESSIVA

SULFUR
ALUMINA
LYCOPODIUM
GELSEMIUM&
CHINA

HOLLY CRAB APPLE

ZN
SEMI DI POMPELMO ZOLFO

infuso
CRESCINO ORTICA-ROMICA TINTURA DI SALVIA

PUBERTA’ PRECOCE

SULFUR
MERCURIUS SOLUBILIS        
 LAC CANINUM

MIMULUS LARCH HONEY SUCKLE

PROBIOTICI MULTI VITAMINICO MG
ZOLFO

MN& VITEX AGNUS castus TILIATOMEN-TOSA

UNGHIE E CAPELLI FRAGILI

SILICEA
GRAPHITES CALCAREA CARBONICA

OLIVE
HORN BEAN

LIEVITO DI BIRRA
ZOLFO PROBIOTICI

MULTIMINERALE SILICIO TEA TREE OIL OLIO DI ARGAN
impiastro ARGILLA

SEBORREA

SELENIUM
SULFUR
SILICEA
THUYA

CRAB APPLE WHITE CHESTNUT RED CHESTNUT

BIOTINA VIT B COMPLEX ZN

ULMUS CAMPESTRIS massaggio OLIO VIT E OLIO CALENDULA TEA TREE OIL MANDORLE DOLCI

DISTURBI del ciclo
SPM

COLOCYNTHIS
MAGNESIA PHOSPHORICA
CHAMOMILLA
SABINA

CRAB APPLE OLIVE MUSTARD GENTIAN CHERRY PLUM

MULTI VITAMINICO
GRUPPO B MG LIEVITO DI BIRRA FIBRE

VITES AGNUS CASTUS
GLYCYRRHIZA GLABRA

TRAUMI               OSTEO-ARTICOLARI

ARNICA BRYONIA
CHINA  SYMPHYTUM

RESCUE REMEDY STAR OF BETHLEHEM

CA-MGVIT C-VIT D Clorofilla SPIRULINA

EQUISETUM ARVENSE ORTICA AVENA

FERITE

ARNICA HYPERICUM STAPHYSAGRIA PYROGENIUM

RESCUE REMEDY STAR OF BETHLEHEM

VIT C

ECHINACEA uso topico CALENDULA TM ALOE GEL TEA TREE OIL

AFFATICAMENTO
MUSCOLARE

ARNICA
CUPRUM
NUX VOMICA

OLIVE HORNBEAM

AC. LIPOICO
CA-MGVIT C SPIRULINA

ASTRAGALO PROPOLI

AFFATICAMENTO MENTALE

CALCAREA PHOSPHORICA
KALIUM PHOSPHORICUM
NUX VOMICA

HORNBEAM OLIVE WHITE CHESTNUT WILD ROSE

VIT C   MG              OMEGA3 OLIO DI PESCE Clorofilla  VIT B

GLYCYR-RHIZA GLABRA ELETEURO-COCCO AVENA SATIVA RHODIOLA

IRRITABILITA'
E
COLLERA

IGNATIA
AURUM STAPHYSAGRIA
BRYONIA

HOLLY IMPATIENS CHERRY PLUM

CA-MG ZOLFO

CRATAEGUS OXYCANTA TILIA TO-MENTOSA PASSIFLORA VALERIANA MELISSA

TIMIDEZZA         DISADATTAMENTO

PULSATILLA
SILICEA
AMBRA GRISEA

LARCH MIMULUS WATER VIOLET

MULTI VITAMINICO  SILICIO

RODIOLA ROSEA AVENA FICUS CARICA

 

N.B. = I rimedi indicati in tabella sono generici e vanno individualizzati in base alle caratteristiche del soggetto e del disturbo

Ogni disturbo può manifestarsi in modo diverso e con delle cause diverse, dipendenti dalla individuale predisposizione e tendenza del soggetto, nonché dalla sua costituzione,  quindi la scelta dei rimedi adatti ad ogni singolo caso richiede un'attenta analisi della persona per indicarne il trattamento di fondo più appropriato.


contattami per info o per una consulenza naturopatica


torna su




Ragazzi & Alimentazione


Dal punto di vista nutrizionale: “Il dado è tratto!”, le sane abitudini dovrebbero ormai essere consolidate (se sono state seguite finora!), e si devono mantenere (o iniziare) e seguire soprattutto ora. Ancora una volta l’alimentazione gioca un ruolo importante, come in tutte le fasi precedenti del bambino, per seguire in tutte le sue necessità, lo sviluppo psico-fisico del ragazzo e per compensare gli eccessi alimentari che il ragazzo farà quando è fuori casa.

Per lalimentazione si farà riferimento alle regole base dell'alimentazione naturale, e alle indicazioni della nutrizione in età pediatrica, si terrà conto del singolo individuo, della sua costituzione e tendenza, dell’attività sportiva svolta, e del surplus di impegni che si hanno a quest’età, per indirizzarlo nelle scelte nutrizionali più adatte alla sua persona e ai suoi bisogni.

Si sceglierà unalimentazione semplice che non affatichi il fegato e tenga a bada la tempesta ormonale alle porte e le sue conseguenze.

 

contattami per info o per una consulenza naturopatica


torna su




Ragazzi & Sport


 

Alla base di un sano e corretto stile di vita, fin dalla più tenera età, dovrebbe esserci la pratica di una o più attività sportive, svolte in modo costante e moderato.

Nel periodo della pubertà due sono le direzioni che tendenzialmente dividono i ragazzi nelle scelte, che si dimostrano opposte:

1. abbandono delle pratiche sportive perchè non più gradite, o perchè il tempo da dedicare allo studio non lo permette (a volte l'idea dell'impegno può sembrare maggiore dell'impegno stesso!)

2. intensificazione delle pratiche sportive per livello agonistico

O l'intensa pratica di attività di palestra/pesi per modellare il proprio corpo (anche se spesso seguendo ideali non idonei alla propria costituzione, all'età, e all'organismo in pieno sviluppo!).

 

 

E a queste diverse scelte rispondono diverse conseguenze:

  1. tendenza al sovrappeso, limitati contatti (fisici) nelle attività di gruppo con coetanei, possibile tendenza all'isolamento, e limitato sviluppo di rapporti sociali e contatti extra-scolastici

  2. Dai 12 anni di età, ritengo appropriata (e sostenibile - e solo se è una scelta dettata dalla passione e fortemente voluta dal ragazzo!), un'attività agonistica intensa, che prepara il giovane oltre che fisicamente, anche come persona, abituandolo all'impegno, alla costanza, a conoscere i limiti del proprio corpo e a superarli (quando e dove possibile!), ad instaurare forti e profondi legami con i compagni di squadra o di allenamento, e con i propri allenatori, ad abituarsi a confrontarsi con vittorie e sconfitte; se ben strutturata l'attività agonistica può formare in modo molto positivo i ragazzi, canalizzando la loro energia "in eccesso", tipica dell'adolescenza, in impegno e determinazione, tutto questo sempre a patto che non si trascuri troppo la parte intellettuale, spirituale e culturale del giovane!

 

Mentre, per quanto riguarda lo sviluppo muscolare "forzato", dato da un'intensa attività di palestra, con pesi spesso eccessivi per la struttura fisica del ragazzo o per la sua forza, è bene valutare bene che, il tipo di esercizi svolti e la scheda personale fornita al ragazzo, sia formulata da personale competente e preparato, in grado di sapere fino a che punto può arrivare la struttura fisica di un adolescente, per poter evitare conseguenze negative e compromettenti alla struttura osteoarticolare del ragazzo. Inoltre, capita spesso (per non dire sempre!), nei circuiti delle palestre, che per "accelerare" la crescita della massa muscolare, vengono proposte diete e preparati proteici, che non sono indicati per quest'età, anzi sono da evitare in età adolescenziale (in realtà sarebbe bene evitarli sempre!), perche possono interferire in modo drastico sul regolare sviluppo dell'organismo.

Una dieta iper- proteica affatica fegato e reni e intossica l'organismo del ragazzo adolescente.

Un buono sviluppo muscolare è determinato da diversi fattori, anche costituzionali, ognuno deve raggiungere i propri risultati in base alla propria struttura fisica e alla propria forza.

Senza eccessi e fanatismi, la pratica sportiva regolare, praticata anche quotidianamente, nell'adolescente favorisce lo sviluppo della massa muscolare e l'aumento del metabolismo, contribuisce alla crescita armonica del corpo del ragazzo.

 


 

La Naturopatia può essere d'aiuto e sostegno nei diversi casi elencati, indicando una sana e corretta alimentazione naturale, strutturata proprio in funzione di una pratica sportiva effettuata o nel caso di una vita sedentaria e tendenza al sovrappeso, inoltre, nei momenti e in casi di necessità, integrare, attraverso la nutrizione ortomolecolare, l'alimentazione con minerali, vitamine, enzimi e aminoacidi essenziali, necessari alle fisiologiche funzioni dell'organismo, onde evitare carenze.

Con i fiori di Bach, si possono modulare i dispiaceri di una sconfitta, di un'umiliazione, si può ritrovare l'energia e l'entusiasmo perso per delusioni o aspettative mancate.

Il Naturopata educa verso una vita sana, senza alcol, senza fumo e con un'adeguata attività sportiva in base alle caratteristiche costituzionali del ragazzo.

 

contattami per info o per una consulenza naturopatica



torna su




Attività sportiva e pedagogia Steineriana

Secondo la pedagogia Steineriana solo dal terzo settennio sono indicate le attività sportive a livello agonistico, che impegnano intensamente con allenamenti quotidiani.

Mentre uno sport praticato a livello agonistico nel secondo settennio, può rivelarsi dannoso a carico della struttura fisica del bambino/ragazzo, creando in moltissimi casi, irrigidimenti muscolari. Ci sono casi documentati di ragazzi che hanno esercitato il violino in forma eccessiva nel secondo settennio e si trovano con i tendini troppo corti, non sufficientemente elastici per adeguarsi allo sviluppo della ossa e allo sviluppo muscolare. 

Questo per quanto riguarda l'aspetto fisico, poi c'è l'aspetto animico, il secondo settennio non è ancora tempo dell'individualità che compete e si afferma nei confronti di un'altra individualità. Il secondo settennio è il tempo dell'armonia, della comunità, del gruppo, delle cose fatte armoniosamente. Quindi la musica praticata individualmente dovrebbe servire per conflluire in un'orchestra in classe. Ma le cose non vanno forzate perché altrimenti si creano delle rigidità del corpo e dell'anima. Che facciano giochi anche competitivi (nel senso che uno vince e l'altro perde) fa parte della normale dinamica di tutte le età. Ma non è questo il punto di forza usato pedagogicamente per stimolare.

 

Non è invitandoli ad impegnarsi per vincere e quindi essere i migliori che li aiuta. No. L'impegno principale dovrebbe essere quello di vivere momenti di gioco, di divertimento, di sport anche in senso agonistico, ma senza che questo costituisca un mito. Non si deve far leva sulla competizione per stimolare tutti a sviluppare muscoli, non è questa l'età dei muscoli possenti. Errori così si pagano più tardi. Si pagano fisicamente come esperienze vissute fuori tempo. 

Un altro discorso per i pigri e gli annoiati, dove è bene che pratichino diverse attività.

Altri ragazzi ancora, trovano nello sport la strada per non degradare. Però ogni attività deve essere svolta al tempo giusto, nel modo giusto, scegliendo lo sport giusto, che porti effettivamente a una valorizzazione delle proprie e individuali qualità fisiche, dignitosa, non esasperata, di tipo "identificazione con l'idolo", come purtroppo avviene in tanti casi. 


contattami per info o per una consulenza naturopatica


torna su




Ragazzi & fiori di Bach


La componente psico-emotiva caratterizza gran parte dei comportamenti dei ragazzi pre-adolescenti e adolescenti, che vivono questo periodo di passaggio dall'infanzia alla vita adulta, con molteplici cambiamenti sia sul piano fisico che psicologico.

Elenco sommario dei cambiamenti in atto:

Fisici - sviluppo sessuale/ sviluppo della struttura ossea e muscolare/ cambiamento del timbro della voce/ modificazioni esterne degli organi sessuali

Psicologici - nervosismo/ istintività/ irritabilità/ paure/ ansia/contrasti con genitori e fratelli/ contrarietà/ indecisione/ difficoltà a comunicare le emozioni/ reazioni eccessive

La difficoltà al dialogo e alla comprensione porta i giovani a credere che tutto si realizzi subito, e non attraverso un cammino interiore, profondo e complesso, ma ricco di esperienze capaci di costruire una personalità forte e determinata.

Anche se apparentemente i ragazzi non chiedono più la presenza costante dei genitori, è sempre bene seguirli in modo non invadente, con disponibilità all'ascolto senza controbattere quello che dicono (prova non facilissima...forza e coraggio!).

I fiori di Bach possono offrire un valido supporto per modulare gli eccessi comportamentali, che possono danneggiare il ragazzo stesso (oltre ai genitori), sia in consumo di energia fisica, sia per i turbamenti che questo atteggiamento (forse non appartenente alla sua indole) gli comporta. Questi atteggiamenti sono spesso conseguenti alla somma di più disagi: dubbi, insicurezze, paure e preoccupazioni.

 

 

Elenco di alcuni esempi di fiori di Bach utilizzati nelle seguenti indicazioni:

per le scelte da fare:
Cerato - orienta la propria intuizione per decidere tra diverse scelte
Walnut - aiuta nel cambiamento, nelle proprie scelte interiori, senza condizionamenti
Wild Oat -  aiuta a perseverare nelle scelte giuste
Scleranthus - per scegliere tra due possibilità, toglie il dubbio
Centaury - per non farsi condizionare dai genitori o da altri nelle proprie scelte
Larch - ridona fiducia e sicurezza in se stessi

per i comportamenti aggressivi:
Vine - quando si vuole imporre la propria volontà
Holly - quando si provano gelosia, frustrazione e odio
Cherry Plum - paura di perdere il controllo
Vervain - impulsività
Impatiens - impazienza
Beech - ipercriticismo e intolleranza vero gli altri

per attività:
Wild Oat - intraprende diverse attività e non le conclude
Vervain - iperattivi, attività e comportamenti esagerati
Oak - troppa tenacia, lavora instancabilmente
Olive - esauriti, stremati sul piano psico-fisico

 

contattami per info o per una consulenza naturopatica


torna su

 

Avvertenze sull'utilizzo dei trattamenti naturali

 

InsertedImage.jpg

 

Quanto suggerito NON VUOLE in alcun modo

SOSTITUIRSI ALLE CURE PRESCRITTE DEL MEDICO

 

 

Ogni tipo di trattamento naturale deve essere affiancato da una corretta alimentazione e da un sano stile di vita, sia per ottimizzare l'effetto terapeutico, sia per ottenere una completa guarigione.

La descrizione del disturbi é puramente esemplificativa per comprendere meglio il meccanismo di reazione del corpo e per poterlo affrontare nel migliore dei modi.                                                                                                                          

I rimedi elencati, adatti ai singoli disturbi, sono puramente indicativi e rispondono al problema in modo sintomatico.

I rimedi indicati nelle tabelle sono generici e vanno individualizzati in base alle caratteristiche del soggetto e del disturbo

InsertedImage.jpgPer avere un approccio naturale nei confronti di un disturbo non bisogna dimenticare dell'unità dell'individuo nel suo corpo - spirito - anima, quindi prima di intervenire sulla soppressione del sintomo, occorre comunque cercare di comprendere la logica del corpo e della sua reazione; bisogna migliorare il terreno della persona; cercare le cause che sono all'origine del disturbo al fine di eliminarlo; intervenire con un sano e mirato equilibrio nutrizionale, e poi si potrà correggere il sintomo con metodi naturali che coadiuvano il lavoro di recupero dell'organismo.

Non sono elencate le diluizioni e le dosi, perché le modalità e la sintomatologia hanno carattere individuale, sono caratteristiche specifiche e diverse in ogni individuo, e ad ognuno corrisponde un rimedio, una diluizione e una posologia adatta alla persona, e al suo modo di reagire al disturbo.

La descrizione di ogni disturbo e l'intervento della naturopatia in merito rimane generico, in quanto la molteplicità dei rimedi varia sulle possibili forme dintervento a seconda della sintomatologia specifica del soggetto.

torna su


avvertenze                         copyright ©